Condensa

Che cosa è la condensa?

La condensazione è un processo fisico mediante il quale l'acqua gassosa raggiunge uno stato liquido o solido allo stato solido.La condensazione di solito si verifica in inverno a causa della struttura dell'edificio che contiene ponti termici e ventilazione inefficiente.Quindi l'umidità nell'aria persiste

Raggiungendo il punto di rugiada

Il punto di rugiada si verifica quando l'aria, con una certa temperatura e umidità, non può più assorbire una quantità aggiuntiva di vapore acqueo.L'aria proveniente da una stanza con una temperatura di 20 gradi Celsius e un'umidità relativa del 50% può assorbire un'altra metà del massimo possibile.

Se c'è un raffreddamento ad aria a 9,3 gradi Celsius, l'umidità relativa aumenterà al 100%. L'aria è così satura di vapore e raggiunge il punto di rugiada.Il raffreddamento al di sopra di questo livello (9,3 gradi C) provocherà condensa, poiché l'aria non può più assorbire acqua. Aria a 20 gradi celsius, saturata con 17,3 grammi di vapore / m³, mediante raffreddamento a 10 gradi Celsius (la quantità massima assorbita è di 9,4 g di vapori / mc), dà origine a 7,9 g di condensa / mc.

Apparentemente tutte le finestre moderne hanno lo stesso aspetto

Di fronte ai nuovi sistemi di falegnameria / facciata continua e agli investimenti sostanziali, molti beneficiari accusano problemi di condensa nella stagione fredda. L'analisi di questo fenomeno comporta l'identificazione delle cause: progettazione, esecuzione, assemblaggio, sfruttamento, manutenzione, ecc.La mancanza di competenza nella scelta del sistema in fase di progettazione rende inutile per il beneficiario evitare le conseguenze. L'esecuzione errata, l'installazione impropria, completata da uno sfruttamento inappropriato, rappresentano l'intera gamma di fenomeni comunemente presenti sul mercato.La presenza di una delle cause citate per la condensazione è sufficiente. Sul mercato interno sono ancora in funzione molte finestre e facciate realizzate con profili in alluminio o acciaio senza barriera termica.

La stagione fredda spaventa molti dei beneficiari, a causa del disagio, dell'umidità e dell'aspetto del fungo della muffa, generato dalla perdita di quantità industriali di acqua su finestre e pareti.Questa situazione si verifica anche in una serie di finestre appena installate.Apparentemente tutte le finestre hanno lo stesso aspetto, sono caratterizzate da un design accattivante, un'ampia gamma di forme e colori, ma le prestazioni rimangono a disposizione del contraente.

La condensa può apparire sulla superficie o all'interno di una parete

Per rispondere alle domande sulla condensazione, dobbiamo menzionare che le finestre moderne forniscono un'ottima tenuta, che contribuisce all'eliminazione dello spreco di energia. La pioggia, il vento, il freddo non entrano più nella stanza, ma lo scambio tra l'interno e l'esterno non avviene attraverso la ventilazione periodica. L'aria contiene diverse quantità di vapore acqueo. Per motivi di comfort e salute, l'umidità relativa a temperatura ambiente dovrebbe essere compresa tra il 40% e il 60%.Quando l'umidità dell'aria raggiunge oltre il 60%, l'aria non può più mantenere il vapore acqueo e si condensa sulla superficie più fredda, che in una stanza è solitamente vetro o parete. Le vecchie finestre in legno, che non erano sigillate, assicuravano una ventilazione forzata, risolvendo così il problema dell'umidità e della condensa.

I fattori che favoriscono la condensazione sono: stanze non ventilate, stanze non ammobiliate, tende spesse davanti alle finestre, superfici non diffondenti delle pareti, umidità dell'edificio nelle nuove costruzioni, l'esistenza di sorgenti che generano vapore, la presenza di piante ornamentali nelle stanze e la loro posizione in prossimità delle finestre, posizione inappropriata di fonti di riscaldamento.

Da dove appare l'umidità in un edificio?

La condensazione può avvenire sulla superficie interna del vetro isolante termico, rispettivamente dei telai. Questo vale anche per la formazione di acqua essudata o acqua di condensa. Questo fenomeno non deve essere confuso con la condensazione nello spazio intermedio delle finestre thermopan, che è un caso molto raro di difetto di esecuzione.Le cause di formazione dell’acqua di condensa sul vetro o sui telai delle finestre sono spiegate ulteriormente.

Il vapore acqueo domestico viene prodotto permanentemente in casa:

  1. Nell'aria respirabile: la quantità giornaliera di 1-2 litri;
  2. Dalla cottura: fino a 2 litri in una famiglia di 4 persone;
  3. Le attività domestiche (bagno, lavanderia, acqua di fiori) portano fino a 3 litri in una famiglia di 4 persone.

Queste quantità sono permanentemente trovate come vapore acqueo, invisibili nell'aria. Pertanto, un metro cubo di aria a 0 ° C può contenere un massimo di 5 g (corrispondenti a 5 cm3) di vapore acqueo. Se la temperatura della stanza aumenta, allora l'aria può ottenere una maggiore quantità di acqua. Quindi a 20 ° C avremo 17g e a 30 ° C raggiungerà 30g per m3.

Se la quantità massima di vapore acqueo è contenuta nell'aria, allora l'aria non riceve più l'umidità sotto forma di vapore acqueo e diventa aria satura con un'umidità relativa del 100%.Ad esempio, si consideri uno spazio di 15 m2 in area e 2,5 m di altezza con un volume di circa 38 m3. Se l'aria ha una temperatura di 23 ° C, galleggia in questo spazio, al 100% di umidità, quasi 1 litro d'acqua sotto forma di vapori invisibili.

Se durante la notte la temperatura della stanza scende di qualche grado, allora parte del vapore acqueo nell'aria si condensa sulle superfici fredde esistenti: finestre o profili.La formazione di condensa si verifica anche quando l'umidità dell'aria dell'ambiente è elevata e la temperatura della superficie all'interno della finestra si abbassa.La condensa inizia sempre dal bordo del vetro dove possono esserci aree che non sono trapelate correttamente.La circolazione dell'aria calda che "lancia" le finestre può essere evitata da una finestra troppo grande sopra il radiatore che porta alla condensazione sul vetro nella parte inferiore.Nelle stanze meno riscaldate si può verificare la condensazione nelle giornate fredde e sulle finestre con vetri isolanti.Ciò è dovuto al fatto che lo spazio è saturo di vapore acqueo prodotto dalla respirazione durante la notte a bassa temperatura.Inoltre, si specifica che la formazione di acqua di condensa può verificarsi non solo in finestre o infissi di finestre, ma anche su tutte le superfici fredde che alla fine porta all'umidità e alla formazione di muffa sulle pareti.

Altre situazioni che possono portare alla condensazione:

  1. Se l'umidità dell'ambiente è aumentata e la temperatura interna del vetro isolante è bassa;
  2. Se la circolazione di aria calda dagli elementi riscaldanti alla finestra è ostruita;
  3. Se le stanze non sono sufficientemente ventilate (considerando che questo tipo di carpenteria è stretto, a differenza della carpenteria classica e non consente lo scambio spontaneo di aria)
  4. Se le finestre sono montate nella metà esterna del muro (area fredda);;
  5. Se non si sigilla correttamente sul contorno.
  6. Esistenza di fonti che generano vapori: domestico, bagno, cucina, ecc; Preparazione quotidiana del cibo (uso della stufa);
  7. La rimozione della quantità in eccesso di vapori respirando provoca un aumento dell'umidità, che si traduce in condensazione, specialmente durante la stagione fredda;
  8. Presenza di piante naturali, posizione inappropriata;
  9. L'ostruzione della circolazione dell'aria attraverso tende o tapparelle è un altro fattore che contribuisce alla condensazione.

La condensa può essere prevenuta seguendo alcune regole:

  1. Utilizzo di profili in PVC (qualità) con 3-5 camere d'aria;
  2. L'uso di vetro termoisolante a bassa emissività (vetro LOW E) e argon, che fa sì che la perdita di calore sia inferiore del 50% rispetto a un normale vetro termoisolante;
  3. Un vetro isolante termico a bassa emissività (LOW E), a -10°C all'esterno e + 20°C all'interno, ha una finestra all'interno + 17°C, rispetto ad un normale vetro termoisolante che, nelle stesse condizioni, è solo + 9°C;
  4. Installazione delle finestre dal centro del muro verso l'interno (nella zona calda);;
  5. Sigillatura rigorosa della carpenteria sul contorno dei telai sia all'interno che all'esterno;
  6. Frequente ventilazione di questi spazi, poiché la moderna carpenteria in PVC o alluminio arresta il trasferimento dell'aria.

Gli utenti domestici che dispongono di nuovi termo-riscaldatori devono tenere conto dell'adattamento alle nuove condizioni di ventilazione. Di solito le vecchie finestre perdevano e permettevano uno scambio d'aria permanente. In caso dei nuovi pannelli termici, più ermetici, lo scambio d'aria incontrollato non è più rinforzato, quindi i proprietari di casa devono fornire una ventilazione aggiuntiva delle stanze per evitare la condensa (la ventilazione deve essere fatta almeno 2-3 volte al giorno).

Le camere che si trovano nella parte settentrionale delle case sono fredde durante l'inverno più a lungo.Fare attenzione che queste camere siano meglio riscaldate rispetto a quelle meridionali o integrare il loro isolamento termico. Anche le temperature nella tua casa non devono differire da una stanza all'altra. Al mattino, si consiglia di ventilare gli spazi per circa 20 minuti e dopo aver aperto le finestre, il riscaldamento è uniforme anche a temperature moderate.

La riduzione del rischio di condensa può essere raggiunta da:

  1. Una corretta ventilazione, seguita da un riscaldamento uniforme a temperature moderate;
  2. Modificare la circolazione dell'aria calda in modo che il flusso di aria calda passi attraverso la finestra, per ottenere coefficienti di trasferimento di calore più elevati;
  3. Dove ci sono finestre interne che coprono le superfici radianti dei corpi scaldanti, lavorare in fori stipite che consentono all'aria calda di circolare verso le finestre;
  4. Le stanze orientate a nord, o nella direzione del vento dominante, dovrebbero essere meglio riscaldate e isolate.

IMPORTANTE: la condensazione è un fenomeno assolutamente normale il cui aspetto non porta necessariamente all'idea che la falegnameria in PVC non sia ben eseguita! Una buona ventilazione della stanza e l'uso del vetro Low-e miglioreranno gli effetti di questo spiacevole fenomeno.

Richiesta di offerta

Cellulare: 0756-060.807
Tel.fisso: 0261-746.446
Email: gabibumbuc@nicomi.ro

Contatto

SEDE CENTRALE
Indirizzo: B-dul Lucian Blaga nr. 250 B
Città Satu Mare
Contea Satu Mare
Romania
Telefono: 0261-746.446
Fax: 0261-746.446

© 2021 Nicomi